Contributi per gli impianti sportivi

Il Bando Sport Missione in comune, promosso da da Anci e Istituto Credito Sportivo  mette a disposizione 18 milioni di euro per il finanziamento di progetti di impiantistica sportiva.

Chi può partecipare
Comuni, Piccoli Comuni e Unioni di Comuni.

Cosa finanzia
La costruzione, l’ampliamento, il miglioramento, la ristrutturazione degli impianti sportivi (anche scolastici), interventi di efficientamento energetico, compresa l’acquisizione delle aree e degli immobili destinati all’attività sportiva, nonché l’acquisto di attrezzature.
Rientrano fra le opere ammesse a finanziamento: palestre (anche scolastiche), campetti da calcio, tennis, pallacanestro, piscine, ma anche ippodromi, bocciodromi, piste da pattinaggio.

I progetti presentati per l’ammissione ai contributi in conto interessi a valere sui mutui concessi dall’ICS devono essere almeno di livello definitivo,  ed essere regolarmente approvati dall’Ente che presenta l’istanza

Qual è l’agevolazione 
E’ prevista la concessione di mutui a tasso zero con una durata massima di 25 anni:

  • fino a 2 milioni di euro per i Comuni fino a 5.000 abitanti
  • fino a 4 milioni di euro per i Comuni medi (da 5.001 a 100.000,00 abitanti non capoluogo), le Unioni dei Comuni e i Comuni in forma associata
  • fino a 6 milioni di euro per i Comuni capoluogo, i Comuni oltre i 100.000 abitanti non capoluogo e le Città Metropolitane

Come si richiedono i contributi per gli impianti sportivi

Le domande dovranno essere presentate per PEC all’Istituto Credito Sportivo a partire dal 5 luglio 2018 e non oltre il 5 dicembre 2018.