Iperammortamento: chiarimenti per la perizia tardiva

L’Agenzia delle Entrate interviene con la risoluzione dello scorso 9 aprile sul tema dell’iperammortamento e della documentazione richiesta per fruire dell’agevolazione.

Nel documento si chiarisce che l’acquisizione della perizia giurata nel periodo di imposta successivo a quello di interconnessione non pregiudica l’agevolazione, ma produce uno slittamento del momento dal quale si inizia a fruire del beneficio.

L’interconnessione dei beni aziendali al sistema aziendale di gestione della produzione o alla rete di fornitura, e gli ulteriori requisiti previsti dalla normativa dull’iperammortamento, devono essere infatti attestati dalla perizia tecnica giurata, o in alternativa dalla dichiarazione del legale rappresentante, o dall’attestato di conformità.

Nel caso ad esempio di un bene interconnesso nel 2017, con perizia acquisita nel 2018, l’impresa potrà fruire dell’iper ammortamento a partire dal periodo di imposta 2018, mentre per il 2017 beneficerà del super ammortamento.