Nuove Imprese a tasso zero, l’incentivo per le startup

La misura “Nuove Imprese a tasso zero” di Invitalia è dedicata a sostenere l’avvio di imprese a prevalente partecipazione giovanile e/o femminile.

I requisiti per partecipare

I fondi sono riservati alle imprese di micro e piccola dimensione, costituite da non più di 12 mesi dalla data di presentazione della domanda, promosse da giovani tra i 18 e i 35 anni e/o da donne.

Possono richiedere le agevolazioni anche le persone fisiche che intendono avviare un’impresa, purché poi presentino la documentazione dell’avvenuta costituzione.

Cosa finanzia

L’opportunità è di accedere a un finanziamento a tasso zero, della durata massima di otto anni, di importo non superiore al 75% delle spese ammesse fino a un massimo di 1,5 milioni di euro di spese.

Cosa finanzia il bando

Rientrano ad esempio fra i costi ammissibili:

  • suolo aziendale, fabbricati e opere murarie, comprese le ristrutturazioni;
  • macchinari, impianti e attrezzature;
  • programmi e servizi informatici;
  • brevetti, licenze e marchi;
  • formazione specialistica dei soci e dei dipendenti;
  • consulenze specialistiche, studi di fattibilità economico- finanziari, progettazione e direzione lavori, impatto ambientale.

Come presentare la domanda

Le domande vanno presentate a Invitalia secondo la modalità a sportello.

L’esame di merito comprendente un colloquio obbligatorio con i proponenti finalizzato ad approfondire tutti gli aspetti del piano d’impresa.

I Risultati

Grazie alla misura Nuove Imprese a Tasso Zero Invitalia ha finanziato 424 nuovi progetti, per oltre 88 milioni di euro di agevolazioni e 131 milioni di euro di investimenti.

Le startup che hanno beneficiato di più dello strumento sono quelle appartenenti ai settori Servizi (31%), Produzione di beni (24,5%), Commercio (19,15%), e (Turismo 14%).

Per approfondire

> I Dieci consigli per presentare Domanda