Bonus ricerca: cumulabile con incentivi comunitari

Il credito d’imposta per attività di ricerca e sviluppo è cumulabile con i contributi comunitari. Lo chiarisce la risoluzione n. 12/E dell’Agenzia delle Entrate specificando le modalità di calcolo per verificare gli importi in relazione ai quali è possibile beneficiare del credito in relazione ai costi ammessi ad entrambe le discipline agevolative.

Se la somma degli incentivi comunitari correlati ai costi ammissibili e del credito di imposta risulta minore o uguale alla spesa ammissibile complessivamente sostenuta nel periodo di imposta per il quale l’istante intende accedere all’agevolazione, si potrà beneficiare del credito di imposta per l’intero importo calcolato.

Nel caso, invece, di superamento del limite massimo (cioè il 100% dei costi sostenuti) bisognerà ridurre corrispondentemente il credito di imposta.