Credito Adesso Evolution: riapre il 2 settembre

Riapre con alcune modifiche lo sportello del bando Credito Adesso Evolution, la linea di finanziamento di Regione Lombardia e Finlombarda dedicata a favorire l’accesso al credito.

Le modifiche mirano a rendere più efficiente la misura e riguardano in particolare la riduzione dell’importo minimo dei finanziamenti richiedibili dalle PMI da 75.000 a 30.000 euro, la riduzione del valore minimo di media dei ricavi tipici da 300.000 euro a 120.000 euro e l’introduzione del limite di 70.000 euro per il contributo in conto interessi.

A chi è rivolto

PMI e MID CAP

  • singole e in qualunque forma costituite, ivi comprese le imprese artigiane;
  • con sede operativa in Lombardia;
  • iscritte al registro delle imprese;
  • operative da almeno 24 mesi;

Liberi Professionisti

  • dotati di partita Iva da almeno 24 mesi;
  • operanti in uno dei comuni della Lombardia;
  • appartenenti ad uno dei settori di cui alla lettera M del codice ISTAT primario – ATECO 2007.

Studi Associati

  • dotati di partita Iva da almeno 24 mesi;
  • operanti in uno dei comuni della Lombardia;
  • appartenenti ad uno dei settori di cui alla lettera M del codice ISTAT primario – ATECO 2007.

I soggetti richiedenti devono avere una media dei ricavi tipici, risultante dagli ultimi due esercizi contabilmente chiusi, di almeno 120 mila euro (72 mila euro per Liberi professionisti e Studi Associati).

Cosa prevede

Prevede un contributo in conto interessi fino al 3% – nel limite di 70 mila euro – a fronte di un finanziamento per liquidità concesso da Finlombarda e dalle banche convenzionate con durata fino a 72 mesi, comprensivi di preammortamento fino a 24 mesi.

  • finanziamento da 30.000 a 800.000 euro le PMI
  • finanziamento da 100.000 a 1.500.000 euro per le Mid-Cap
  • finanziamento da 18.000 a 200.000 euro per i liberi professionisti, gli studi associati e le imprese appartenenti al settore delle emittenti radio-televisive

Come si partecipa

Lo sportello per la presentazione delle richieste di agevolazione apre il 2 settembre 2020.  La valutazione delle domande è con procedura a sportello.

La dotazione finanziaria disponibile ammonta a 328 milioni di euro: con un plafond per i finanziamenti di 300 milioni di euro da Finlombarda Spa in compartecipazione con il sistema bancario e dei confidi, e 28 milioni di euro da Regione Lombardia per i contributi in conto interessi,