INAIL: pubblicato il nuovo bando

L’INAIL ha stanziato ben 369 milioni di euro per progetti di miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.

A chi si rivolge il bando Inail

Il Bando Inail si rivolge a tutte le imprese, anche individuali, iscritte alla Camera di commercio industria e artigianato, e agli enti del terzo settore.

Quali sono i progetti finanziabili?

I progetti ammessi a finanziamento possono riguardare:

  • Investimenti relativi alla riduzione del rischio (chimico, rumore, da vibrazioni meccaniche, biologico, di caduta dall’alto, infortunistico, sismico, da lavorazioni in spazi confinati e/o sospetti di inquinamento);
  • l’Adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale;
  • Riduzione del rischio da movimentazione manuale di carichi (legato ad attività di sollevamento, abbassamento e trasporto di carichi, traino e spinta di carichi);
  • la Bonifica da materiali contenenti amianto (rimozione di intonaci in amianto, piastrelle e pavimentazioni in vinile amianto, coperture, rimozione di MCA da impianti e attrezzature, rimozione di cassoni, canne fumarie, comignoli)
  • Progetti per micro e piccole imprese operanti nei settori Pesca e Tessile-Confezione-Articoli in pelle e calzature
  • Progetti per micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli

Le spese ammesse a finanziamento devono essere riferite a progetti non realizzati e non in corso di realizzazione alla data del 30 maggio 2019.

Qual’è il contributo del Bando Inail

L’opportunità è di ottenere un contributo a fondo perduto pari al 65% delle spese sostenute e fino ad un massimo di 130 mila euro.

Per i progetti di specifici settori (Pesca e Tessile-Confezione-Articoli in pelle e calzature) il finanziamento massimo erogabile è pari a 60 mila euro ed il finanziamento minimo ammissibile è pari a 1.000 Euro.

Come si partecipa?

Le domande potranno essere inserite on line a partire dal prossimo 11 aprile e fino al 30 maggio 2019. I progetti che avranno raggiunto o superato la soglia di ammissibilità potranno accedere alla fase successiva di invio della domanda.

I fondi saranno assegnati fino a esaurimento fondi secondo l’ordine cronologico di ricezione delle domande.