Contratti di Sviluppo | Decarbonizzazione ed Emissioni zero

E’ attesa in queste settimane l’apertura dei bandi relativi ai Contratti di Sviluppo per la decarbonizzazione dei processi produttivi mediante elettrificazione o utilizzo di idrogeno rinnovabile, e per interventi di efficientamento energetico.

Decarbonizzazione dei processi industriali

Sono finanziati – ai sensi della sezione 2.6 del Quadro Temporaneo di crisi UE – i progetti di investimento finalizzati in una riduzione sostanziale delle emissioni di gas serra delle attività industriali che attualmente fanno affidamento sui combustibili fossili come fonte di energia o materia prima, o una riduzione sostanziale consumo di energia nelle attività nei processi industriali.

L’aiuto previsto dai Contratti di Sviluppo copre dal 30 e al 60% delle spese ammissibili, in base alla tipologia di intervento e alla modalità di calcolo dei costi (interi o supplementari).

Economia a zero emissioni

Lo sportello – ai sensi della sezione 2.8 del Quadro Temporaneo di crisi UE – finanzia i programmi di sviluppo finalizzati alla produzione di dispositivi utili alla transizione verso un’economia a zero emissioni, ovvero batterie, pannelli solari, turbine eoliche, pompe di calore, elettrolizzatori, dispositivi per la cattura e stoccaggio di carbonio; la produzione di componenti chiave progettati e utilizzati come input diretto per la produzione di tali dispositivi; nonché l’estrazione o recupero di materie prime strategiche.

Il contributo, a fondo perduto, copre dal 15% al 35% delle spese ammissibili in base alla localizzazione dell’intervento. Le intensità di aiuto sono aumentate del 20% per le piccole imprese e del 10% per le medie.

Tempistiche

L’apertura dei bandi è attesa a breve.