PSR Bando per le filiere corte

Al via con una dotazione di 1,6 milioni di euro il bando della Lombardia per la creazione e lo sviluppo delle filiere corte ai sensi della misura 16.04.01 del Programma di Sviluppo Rurale.

Chi può partecipare

Si partecipa in aggregazione: almeno due imprese agricole insieme ad altri soggetti, quali intermediari commerciali o soggetti che svolgono attività di trasformazione.

Le filiere corte devono organizzarsi per vendere direttamente i propri prodotti o affidarsi ad un unico intermediario per raggiungere il consumatore finale.

Cosa finanzia

I progetti di filiera corta devono riguardare lo sviluppo di:

  • cooperazione tra aziende al fine di ridurre i passaggi tra produttori e consumatori;
  • tecnologie che facilitino la vendita attraverso la rete internet al fine di migliorare la programmazione produttiva e la concentrazione dell’offerta. Rientrano ad esempio interventi relativi al commercio elettronico, box schemes, vendita a catalogo.
  • modalità di vendita e promozione che favoriscano il contatto diretto con l’acquirente finale. Rientrano ad esempio interventi relativi ai mercati degli agricoltori o farmers market, sistemi di acquisto e consegna a domicilio, vendita in forma itinerante.

L’importo massimo dei progetti è fissato in 500 mila euro.

L’agevolazione

E’ prevista la concessione di un contributo a fondo perduto variabile dal 40% al 50% delle spese ammissibili a finanziamento.

Contributo massimo per progetto 200.000 euro

Le scadenze

Le domande possono essere presentate dal 21 marzo fino al 20 maggio 2019.