PSR Emilia-Romagna: due bandi per Gruppi Operativi

La Regione Emilia – Romagna ha stanziato 8 milioni di euro su due nuovi bandi del Programma di Sviluppo Rurale dedicati a incentivare il funzionamento e la gestione dei Gruppi operativi per l’innovazione, i Goi.

Il Gruppo Operativo dovrà aggregare, quali membri effettivi, almeno un’impresa del settore agricolo che svolga attività di produzione e/o commercializzazione e/o prima trasformazione di prodotti agricoli e almeno un organismo di ricerca.

Il primo bando 

Sottomisura 16.1 “Sostegno per la costituzione e la gestione dei gruppi operativi del PEI in materia di produttività e sostenibilità dell’agricoltura – Focus Area 2 ADotazione 2,2 milioni di euro.

Finanzia lo sviluppo di nuovi prodotti, tecnologie e tecniche per migliorare la capacità competitiva delle imprese. Priorità tematiche:

· ottimizzazione dei sistemi di organizzazione, gestione e verifica tecnologica per l’uso razionale dell’acqua in agricoltura in riferimento agli assetti aziendali;
· sostenibilità e giustificabilità sociale degli allevamenti: benessere animale e riduzione odori;
· sviluppo di nuove varietà e tipologie di prodotto, verifica dell’adattabilità varietale, schemi di miglioramento genetico per produzioni di qualità, valorizzazione dell’agrobiodiversità;
· miglioramento quali-quantitativo nella produzione di foraggi e di alimenti per gli animali;
· ottimizzazione alimentazione animale e gestione dell’allevamento;
· azioni di adattamento ai cambiamenti climatici, razionalizzazione input energetici (lavorazioni, nutrienti, ecc.) messa a punto e verifica genotipi innovativi per l’agricoltura sostenibile;
· modellistica, sensoristica, sistemi di avvertimento e supporti decisionali (DSS);
· applicazione dei dati tele-rilevati all’agricoltura di precisione;
· caratterizzazione oggettiva dei prodotti agricoli;
· sviluppo di prodotti dietetici e salutistici;
· sviluppo di nuovi prodotti trasformati (IV e V gamma);
· meccanizzazione integrale e robotica per l’agricoltura;
· pratiche contro l’antibiotico: resistenza;
· pratiche agricole pre e post raccolta per la sicurezza (safety) delle produzioni agricole;
· nuovi materiali e tipologie di imballaggio;
· nuovi prodotti e tecnologie per la produzione di alimenti zootecnici;
· tracciabilità e documentazione, certificazione ambientale;
· diversificazione e ricollocazione produttiva;
· monitoraggio e benchmarking aziendali sia tecnico che economico;
· analisi di mercato e nuove modalità di commercializzazione dei prodotti agricoli;
· applicazione di principi e strumenti di intelligenza artificiale ai dati che caratterizzano la produzione agricola.

L’intensità dell’aiuto è pari al 70% della spesa ammissibile.

Il secondo bando

sottomisura 16.1 “Sostegno per la costituzione e la gestione dei gruppi operativi del PEI in materia di produttività e sostenibilità dell’agricoltura” – Focus Area 4B del P.S.R. 2014-2020. Dotazione 6 milioni di euro.

Finanzia la messa a punto di buone pratiche gestionali e di coltivazione per migliorare la qualità delle acque e ridurre la presenza di agenti inquinanti.

Priorità tematiche:
· Riduzione dei rilasci di sostanze inquinanti e miglioramento della qualità delle acque e del
suolo;
· Controllo delle avversità con metodi a basso impatto;
· Verifica e adattamento dei sistemi colturali agricoli ai cambiamenti climatici.

L’intensità dell’aiuto è pari al 90% della spesa ammissibile.

Le domande vanno presentate sulla piattaforma on line di Agrea, l’Agenzia regionale per le erogazioni in agricoltura, entro il 18 ottobre 2019.