Riqualificazione energetica: slitta al 2016 l’apertura del bando per i piccoli comuni

E’ stata prorogata all’inizio del 2016 l’apertura del bando per la riqualificazione energetica degli edifici pubblici di proprietà di piccoli comuni, unioni di comuni, comuni derivanti da fusione e comunità montane.

L’apertura dello sportello è spostata dal 16 novembre all’1 marzo 2016. Il differimento è determinato dalle numerose richieste pervenute in Regione Lombardia, a causa della necessità di adeguare le modalità di progettazione e certificazione alle novità normative.

L’iniziativa sostiene i progetti di riqualificazione energetica (anche mediante demolizione e ricostruzione) che consentano di migliorare le prestazioni energetiche di edifici di proprietà pubblica, destinati all’uso pubblico, con l’esclusione degli edifici adibiti a residenza e assimilabili.

E’ prevista la concessione di un contributo a fondo perduto pari al 90%, fino ad un massimo di 250 mila euro.

Le domande potranno essere presentate entro il 31 maggio 2016 e comunque fino ad esaurimento delle risorse disponibili, pari a 7 milioni di euro.