Sabatini più conveniente per il futuro

Il 2017 sarà un anno particolarmente favorevole per le imprese che devono rinnovare macchinari e attrezzature.  Riapre infatti dal 2 gennaio lo sportello per la presentazione delle domande di accesso ai contributi della Nuova Sabatini grazie allo stanziamento di nuove risorse finanziarie disponibili, ben 560 milioni di euro.

La misura sostiene gli investimenti delle pmi per acquistare – o acquisire in leasing – macchinari, attrezzature, impianti, beni strumentali ad uso produttivo, nonché hardware, software e tecnologie digitali.

L’agevolazione sarà concessa, a fronte di una richiesta di finanziamento, nella forma di un contributo in conto impianti il cui ammontare è determinato in misura pari al valore degli interessi calcolati, in via convenzionale, su un finanziamento della durata di cinque anni e di importo pari all’investimento, al tasso d’interesse del 2,75 per cento.

La legge di bilancio 2017 prevede inoltre la possibilità di accedere ad un contributo maggiorato del 30% – quindi al 3,575% annuo – per l’acquisto di macchinari, impianti e attrezzature nuovi di fabbrica aventi come finalità la realizzazione di investimenti in tecnologie compresi gli investimenti in big data, cloud computing, banda ultralarga, cybersecurity, robotica avanzata e meccatronica, realtà aumentata, manifattura 4D, Radio frequency identification (RFID e sistemi di tracciamento e pesatura dei rifiuti.
Con successivo provvedimento saranno definiti i termini e le modalità di presentazione delle domande di agevolazione per usufruire del contributo maggiorato.

La Sabatini sarà cumulabile con i benefici previsti dall’iperammortamento.