Veneto, un bando per il turismo

La Regione Veneto promuove investimenti nel sistema ricettivo turistico con un bando da 6 milioni di euro.

Chi può partecipare

Piccole e medie imprese ricettive che non siano ricomprese nel territorio dei comuni di montagna e siano aderenti a un’Organizzazione di Gestione della Destinazione (OGD) riconosciuta.

Ad esempio: Alberghi e hotel, ma anche campeggi, bed and breakfast e case vacanze.

Cosa finanzia

Interventi sulle strutture ricettive volti a favorire l’innovazione e la differenziazione dell’offerta e dei prodotti turistici dell’impresa stessa e/o della destinazione turistica in cui opera la struttura ricettiva.

Sono ad esempio ammissibili gli interventi relativi a:

  • l’ampliamento e la ristrutturazione delle strutture ricettive,
  • l’acquisto di impianti e strumenti tecnologici (compresi hardware e software e sistemi di prenotazione elettronica),
  • interventi di innovazione digitale quali l’introduzione di strumenti di domotica sia nella gestione della struttura ricettiva da parte dell’impresa, sia usufruibili dal turista mediante l’utilizzo di strumenti di comunicazione in mobilità,
  • interventi di qualificazione dei requisiti di servizio, di dotazione, ivi compresa l’attività di
    ristorazione adeguata alla capacità ricettiva,
  • interventi di riduzione dell’impatto ambientale e/o del consumo di risorse (energia/acqua) della struttura,
  • l’accorpamento di attività,
  • la realizzazione di aree benessere, piscine, sala congressi, wellness,
  • nonché interventi per migliorare l’accessibilità.

Qual è l’agevolazione

Il contributo è concesso a fondo perduto e copre fino al 30 per cento delle spese, con un massimo di 200 mila euro (in regime de minimis).

Tempistiche e modalità di presentazione

Le richieste possono essere presentate alla Regione Veneto nel periodo compreso dal 22 gennaio 2019 al 7 maggio 2019. La procedura di valutazione sarà a graduatoria.