In Lombardia apre la Linea Attrazione Investimenti

Con l’approvazione della Linea Attrazione Investimenti la Regione Lombardia mette in campo 30 milioni di euro per sostenere l’ampliamento produttivo.

A chi è rivolta la misura

Possono beneficiare dell’incentivo le imprese fino a 3.000 dipendenti e con almeno 2 bilanci depositati.

Cosa finanzia

La misura finanzia l’avvio di uno stabilimento produttivo in una nuova sede operativa o l’ampliamento di uno stabilimento già operativo in Lombardia.

Rientrano fra le spese agevolate: l’acquisto e installazione di macchinari, impianti di produzione, attrezzature, hardware e arredi; l’acquisto di software e licenze; l’acquisizione di marchi, brevetti e licenze di produzione; le opere murarie (nel limite del 20%); l’acquisto di proprietà di immobili destinati all’esercizio dell’impresa e/o eventuali costi di ristrutturazione nel limite del 50% del progetto di investimento; le consulenze.

L’importo minimo dell’investimento deve essere di euro 200.000, l’importo massimo agevolabile è pari a euro 10 milioni per le concessioni entro il 31 dicembre 2023.

Qual è l’agevolazione

L’agevolazione copre dal 15% al 35% delle spese, e si compone di contributo a fondo perduto variabile in base alla dimensione dell’impresa e a una garanzia gratuita su finanziamento a medio lungo termine.

L’intensità dell’aiuto varia in ragione dell’area di riferimento dell’impresa e del regime di aiuto applicato, come di seguito specificato:

In Regime 3.13 (per domande presentate entro il 28 luglio 2023):

  • fino al 35% micro e piccole imprese
  • fino al 25% medie imprese
  • fino al 15% midcap

Per Aree mappate nelle province di PV, LO, CO, SO

  • fino al 50% micro e piccole imprese
  • fino al 40% medie imprese
  • fino al 30% midcap

Per Aree mappate nelle province di MN e CR

  • fino al 45% micro e piccole imprese
  • fino al 35% medie imprese
  • fino al 25% midcap

Quando presentare la domanda

Le domande possono essere presentate dal 17 maggio.