Contributi SIMEST: domande dal 28 ottobre

Riapre alle ore 9.30 del prossimo 28 ottobre lo sportello per la presentazione delle richieste di agevolazione sul Fondo 394 di  SIMEST per l’internazionalizzazione delle imprese italiane.

Sono infatti in arrivo nuove risorse, ben 1,2 miliardi di euro per il rifinanziamento delle misure, tramite il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.

Si attende entro il mese di settembre la pubblicazione delle nuove circolari con le indicazioni su termini, modalità e condizioni per accedere alle agevolazioni.

Secondo le prime anticipazioni saranno introdotte delle premialità per progetti inerenti le tematiche legate al PNRR, quali la sostenibilità ambientale, la digitalizzazione, nonché per l’imprenditorialità femminile e giovanile.

Le 7 misure del Fondo 394

Gli incentivi del Fondo 394 di Simest sono suddivisi in 7 linee di intervento e finanziano:

  • la realizzazione di studi di fattibilità;
  • l’apertura di un ufficio, show room o negozio all’estero;
  • il rafforzamento patrimoniale delle imprese esportatrici;
  • la partecipazione a fiere internazionali in Italia e all’Estero (anche virtuali);
  • lo sviluppo di un canale e commerce;
  • l’inserimento di un temporary export manager in azienda,
  • le attività di formazione e di assistenza post vendita.

L’obiettivo di SIMEST è di accogliere le istanze e concludere il processo di valutazione entro il 31 dicembre.

L’avviso pubblicato in Gazzetta Ufficiale riporta come data ultima per la presentazione delle domande il 3 dicembre, salvo esaurimento fondi (ma attenzione la procedura è a sportello! ).

Ricordiamo che per il bando precedente le imprese hanno beneficiato di un contributo a fondo perduto fino al 25% in abbinamento a un finanziamento a tasso agevolato entro i limiti previsti dal regime di Temporary Framework (tranne per la misura patrimonializzazione in cui era previsto solo il finanziamento agevolato).

I numeri del Fondo SIMEST

Sono oltre 8.000 le richieste pervenute nello sportello di giugno 2020, tanto da portare l’esaurimento delle risorse disponibili in soli 2 giorni.

Sul bando 2019 sono stati invece assegnati oltre 3 miliardi di euro di fondi a fronte di 7.600 imprese finanziate.