Bando Inail 2017: cosa finanzia

Grazie al Bando Inail le imprese possono ottenere un contributo a fondo perduto fino a 130 mila euro per progetti finalizzati al miglioramento della sicurezza e  dei livelli di salute sui luoghi di lavoro.

>> TORNA AL BANDO INAIL <<

Quali sono i Progetti Finanziabili

I progetti devono ricadere in una delle seguenti tipologie:

1) progetti di investimento (Asse di finanziamento 1) relativi a:

  • Riduzione del rischio chimico
  • Riduzione del rischio rumore mediante la realizzazione di interventi ambientali
  • Riduzione del rischio rumore mediante la sostituzione di trattori agricoli o forestali e di macchine
  • Riduzione del rischio derivante da vibrazioni meccaniche
  • Riduzione del rischio biologico
  • Riduzione del rischio di caduta dall’alto
  • Riduzione del rischio infortunistico mediante la sostituzione di trattori agricoli o forestali e di macchine
  • Riduzione del rischio sismico

2) progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale (Asse di finanziamento 1) relativi a:

  • Adozione di un sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro certificato BS OHSAS 18001:07
  • Adozione di un sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro di settore previsto da accordi INAIL-Parti Sociali
  • Adozione di un sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro non rientrante nei casi precedenti
  • Adozione di un modello organizzativo e gestionale di cui all’art.30 del d.lgs. 81/2008 asseverato
  • Adozione di un modello organizzativo e gestionale di cui all’art.30 del d.lgs. 81/2008 non asseverato
  • Adozione di un sistema di responsabilità sociale certificato SA 8000
  • Modalità di rendicontazione sociale asseverata da parte terza indipendente

3) Progetti per la riduzione del rischio da movimentazione manuale di carichi (Asse di finanziamento 2)

  • Riduzione del rischio da movimentazione manuale dei pazienti
  • Riduzione del rischio legato ad attività di sollevamento, abbassamento e trasporto di carichi
  • Riduzione del rischio legato ad attività di traino e spinta di carichi
  • Riduzione del rischio legato ad attività di movimentazione di bassi carichi ad alta frequenza

4) Progetti di bonifica da materiali contenenti amianto (Asse di finanziamento 3)

  • Rimozione di intonaci in amianto applicati a cazzuola o coibentazioni contenenti amianto applicate a spruzzo da componenti edilizie
  • Rimozione di MCA da mezzi di trasporto
  • Rimozione di MCA da impianti e attrezzature (cordami, coibentazioni, isolamenti di condotte di vapore, condotte di fumi ecc.)
  • Rimozione di piastrelle e pavimentazioni in vinile amianto compresi eventuali stucchi e mastici contenenti amianto
  • Rimozione di coperture in MCA
  • Rimozione di cassoni, canne fumarie, comignoli, pareti, condutture o manufatti in genere costituiti da cemento amianto

Gli interventi di bonifica da MCA finanziabili sono unicamente quelli relativi alla rimozione con successivo trasporto e smaltimento, anche previo trattamento in impianto autorizzato, in discarica autorizzata. Sono quindi esclusi dal finanziamento gli interventi di rimozione non comprendenti lo smaltimento, quelli di incapsulamento o confinamento e, infine, il mero smaltimento di MCA già rimossi.

5) Progetti per micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività dedicati alle micro e piccole imprese dei settori Legno (codice ATECO C16) e Materiali ceramici (codici ATECO C23.2, C23.3, C23.4):

SETTORE LEGNO

  • Riduzione del rischio da polveri di legno
  • Riduzione del rischio infortunistico-meccanico

SETTORE MATERIALI CERAMICI

  • Riduzione del rischio di esposizione a polveri
  • Riduzione del rischio infortunistico-meccanico
  • Riduzione del rischio da movimentazione manuale dei carichi

6) Progetti per micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli (Asse di finanziamento 5)

  • Adozione di soluzioni innovative per il miglioramento del rendimento e della sostenibilità globali dell’azienda agricola
  • Adozione di soluzioni innovative per l’abbattimento delle emissioni inquinanti