Incentivi per chi investe in startup e Pmi innovative

E’ approdato in Gazzetta Ufficiale il decreto ministeriale che definisce le modalità di attuazione del nuovo incentivo per le persone fisiche che investono in startup e Piccole e medie imprese innovative.

L’agevolazione, introdotta dall’articolo 38 del Decreto Rilancio, è pari al 50% degli investimenti

  • con un massimo di 100 mila euro per le  startup innovative
  • con un massimo di 300 mila euro per le  pmi innovative

L’investimento, che può essere effettuato direttamente o anche indirettamente attraverso fondi comuni (Oicr), e deve essere mantenuto per almeno 3 anni.

L’agevolazione è concessa in De Minimis.

Come si richiede

La presentazione della domanda dovrà avvenire tramite apposita piattaforma telematica, attualmente in corso di predisposizione, prima dell’effettuazione dell’investimento da  parte   del soggetto  investitore.

Per gli investimenti già effettuati nel corso dell’anno 2020 l’impresa può presentare l’istanza  successivamente  all’investimento  stesso,   purché’   nel periodo compreso tra il 1° marzo e il 30 aprile 2021.

L’incentivo deve essere indicato dal soggetto investitore nella dichiarazione dei redditi relativa al periodo d’imposta in cui il soggetto stesso ha effettuato l’investimento nella impresa beneficiaria.