Credito di Imposta per Investimenti 4.0, c’è tempo fino al 31 dicembre

Le imprese che effettuano  investimenti in beni strumentali 4.0 possono usufruire fino al 31 dicembre 2020 di un Credito di imposta dal 20% al 40% delle spese sostenute.
La misura sostituisce gli incentivi previsti dall‘iperammortamento in vigore fino al 31 dicembre 2019.

Chi può accedere all’incentivo

Imprese di ogni dimensione e settore.

Cosa finanzia

Acquisto di beni materiali strumentali nuovi (anche in leasing) funzionali alla trasformazione tecnologica e/o digitale in ottica 4.0 (ricompresi nell’allegato A annesso alla legge 11 dicembre 2016, n. 232):

  • beni funzionali alla trasformazione tecnologica e/o digitale delle imprese in chiave 4.0;
  • sistemi per l’assicurazione della qualità e della sostenibilità;
  • dispositivi per l’interazione uomo-macchina e per il miglioramento dell’ergonomia e della sicurezza del posto di lavoro.

Tali beni devono essere interconnessi al sistema aziendale di gestione della produzione o alla rete di fornitura e rispettare i requisiti tecnici previsti dalla normativa (come per gli anni precedenti).

Qual è l’agevolazione

Sono previsti due scaglioni:

  • il credito d’imposta è riconosciuto nella misura del 40% per investimenti fino a 2,5 milioni di euro
  • il credito d’imposta è riconosciuto nella misura del 20% per investimenti oltre i 2,5 milioni di euro e fino al limite massimo di 10 milioni di euro.

A differenza di una precedente ipotesi del Ministero dello Sviluppo Economico non è più previsto un 3° scaglione, pertanto non saranno incentivati investimenti in beni 4.0 che superano i 10 milioni di euro.

Adempimenti

Per usufruire del credito di imposta occorre:

  • Una Analisi Tecnica
  • Una autocertificazione del Legale Rappresentante

o in caso di bene superiore a 300 mila euro 

  • Una Analisi Tecnica
  • Una perizia semplice rilasciata da un ingegnere o da un perito industriale iscritti nei rispettivi albi professionali ovvero da un attestato di conformità rilasciato da un ente di certificazione accreditato, attestante che il bene possiede caratteristiche tecniche tali da includerlo nell’elenco di cui all’Allegato A ed è interconnesso al sistema aziendale di gestione della produzione o alla rete di fornitura.

Tempistiche

L’incentivo opera a decorrere dal 1º gennaio 2020 e fino al 31 dicembre 2020, ovvero entro il 30 giugno 2021 a condizione che entro la data del 31 dicembre 2020 il relativo ordine risulti accettato dal venditore e sia avvenuto il pagamento di acconti in misura almeno pari al 20 per cento del costo di acquisizione.

 

——–

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Il Credito imposta per Software 4.0

Per gli investimenti relativi a software e beni immateriali 4.0 il credito d’imposta è riconosciuto nella misura del 15% del costo, nel limite massimo di costi ammissibili pari a 700.000 euro.

>> LEGGI L’ARTICOLO